La Felicità…spiegata con una foto

La Felicità…spiegata con una foto

Sharing is caring!

Se in questo momento mi chiedessero di spiegare la Felicità, probabilmente lo farei con questa foto.

La foto di un bambino peruviano, che non ho mai conosciuto. Una foto trovata, per puro caso su Facebook, qualche giorno fa.

Spiegare la Felicità: cosa significa essere felici?

La Felicità

Due occhietti neri e vispi e un sorriso come tanti. Per molti, forse, una normale foto. Una foto di viaggio come migliaia di altre foto.

Ma per me no. Per me è molto di più. Questa foto mi ha conquistata immediatamente.

Non riesco più a risalire all’autore, ma potessi farlo, lo ringrazierei per questo scatto così speciale.

Non so molto di questo bambino. Solo che è peruviano e che con questa foto è riuscito inconsapevolmente a trasmettermi  meravigliose emozioni e un senso di gioia che a fatica riesco a descrivere.

Il viso e le manine sporche, solo due dentini in vista…e degli occhi neri profondissimi, pieni di Vita…Un cappellino di lana colorato in testa e un pezzettino di pane tra le mani.Il suo sguardo sembra felice: forse per l’incontro con il viaggiatore che ha immortalato questo istante, forse per il pezzettino di pane che tiene fra le mani, lasciandosi cadere qualche briciola addosso.

 

Non so. Una cosa è certa: all’improvviso, per lui, è arrivata la Felicità.

Due occhietti così vivi e pieni di gioia e un sorriso a due dentini che mi regalano una sensazione bellissima, strappando anche a me un timido sorriso. E quel cappellino colorato in testa, ha tutta l’aria di un arcobaleno, quasi una “bandiera della Felicità”.

Questa foto è bellissima. Non smetterò di ripeterlo.E oggi voglio metterla nella mia Valigia a Colori .

In questo scatto c’è tutta la bellezza della semplicità di un bambino con il suo meraviglioso sorriso. Un sorriso che ci ricorda che, almeno per un bambino come lui, basta poco, veramente poco, per essere Felici.

 

VIDEO: La Felicità…per i bambini

Mille farfalle colorate: i bambini del Perù

È uno spettacolo che non smette di stupire, uno spettacolo che riempie nel profondo, eppure non stanca mai. È il mondo dei bambini che si incontrano nelle pieghe polverose di questo Perù: occhi, sorrisi, mani…pelli già grandi cucite su facce un po’ orientali. Macchie di Vita tra il grigio della terra arida. Loro sono Vita, contro ogni ragionevole aspettativa…

 

 

Sharing is caring!