Irlanda in 7 giorni: tour on the road

Irlanda in 7 giorni: tour on the road


Sharing is caring!


Irlanda: tour on the road alla scoperta del “Paese color smeraldo”

L’Irlanda è un’isola incantata, un piccolo Paese in cui storia, cultura, letteratura, musica, tradizioni e uno straordinario senso di accoglienza si fondono insieme sullo sfondo di paesaggi di indescrivibile bellezza o di piccoli villaggi pittoreschi.

Se pensate di organizzare un itinerario di viaggio per conoscere allo stesso tempo tutte queste sfaccettature, qui trovate alcuni suggerimenti per un tour completo di una settimana con partenza/ritorno Dublino, per scoprire il vero cuore di questo Paese.

Il tour prevede un percorso circolare in senso antiorario di circa 1500 km, passando per Clonmacnoise, il Connemara National Park, Galway, le Isole Aaran, le Cliffs of Moher, la Dingle Peninsula, il Ring Of Kerry, Killarney e il suo Killarney National Park, Rock of Cashel.

 

Irlanda in 7 giorni: itinerario on the road tappa per tappa, mete e consigli

 

Giorno 1: Clonmacnoise, Connemara National Park, Galway

Noleggiate un auto presso l’aeroporto di Dublino, partite all’avventura e lanciatevi alla vera scoperta dell’Irlanda.

Prendete l’M4 e successivamente l’M6 in direzione Galway. Si tratta di un percorso di circa 215 Km, percorribile in poco più di due ore. Durante il tragitto, fermatevi presso Clonmacnoise, un antico sito monastico. In un’atmosfera di sacro mistero, lungo le rive del fiume Shannon, Clonmacnoise è ciò che resta di una delle più importanti città monastiche d’Irlanda.

Arrivati a Galway, fate una sosta pranzo in uno dei tipici pub irlandesi.

Approfittate del pomeriggio per continuare il vostro tour verso il Connemara National Park. Imboccate la  N59 fino a Clifden, perdetevi nella bellezza di sterminati paesaggi incontaminati. Di ritorno a Galway, prendete la Wild Atlantic Way (N340 e N336), godendovi dalla costa un tramonto sull’Atlantico che vi lascerà senza fiato.

Per la vostra prima cena a Galway, il pub Monroe’s Tavern, animato ogni sera con musica tradizionale dal vivo vi regalerà tutto lo spirito e l’atmosfera tipicamente irlandese che cercate.

 

Giorno 2: Aran Islands

Le Aran sono tre minuscole isole (InishMore, Inishmaan, Inisheer), al largo della costa irlandese, in pieno oceano Atlantico. Incredibilmente affascinanti nella loro desolata bellezza. Pochissimi chilometri quadrati di terra, qualche centinaio di abitanti, stili di vita rimasti indietro di alcuni decenni. Un mondo a se fatto di natura incontaminata e antiche tradizioni custodite gelosamente da un esercito di onde.

Per/Dalle Isole Aran:

I trasferimenti via mare sono spesso soggetti ad annullamenti per via delle condizioni meteo. Il volo per Aran è un’esperienza incredibile: lo spettacolo delle isole e delle coste viste dall’alto e l’oceano sotto i vostri occhi compenserà il brivido di volare su un piccolissimo aeroplano.

Visitate le isole in bus, in bici o a piedi.

A InishMore…

Non perdetevi il Dun Aengus, un forte di epoca preistorica con una vista mozzafiato sulle scogliere e sull’oceano.
Pranzate presso “The Bar”, un tipico pub dipinto di giallo, in attività da più di un secolo.

Di ritorno a Galway, lanciatevi alla scoperta della cittadina.

Per la cena vi consiglio il Mc Donagh’s (pub tipico irlandese in cui servono ottimo pesce a prezzi abbordabili)

Giro serale per i Pub: Tig Coili, Taffles, Monroe’s Tavern

 

Giorno 3: Burren, Cliffs of Moher, Dingle Peninsula

Ripartite da Galway in direzione Dingle.

Attraversate il Burren, una distesa calcarea simile ad un paesaggio lunare, e fermatevi per una sosta alle Cliffs of Moher, le celebri scogliere a strapiombo sull’oceano.

Itinerario per Dingle: Ennis (suggerito pranzo presso Brogan’s), Limerick, Adare, Tralee, Dingle Peninsula.

Tra le bellezze della Wild Atlantic Way, la Dingle Peninsula culmina nel punto più occidentale del Paese. Si tratta di un antico paesaggio di antichi forti preistorici, capanne ad alveare, capanne, monasteri e croci celtiche, villaggi abbandonati e borghi pittoreschi.

Dingle è un piccolo porto di pescatori, una località ricca di fascino. Il punto ideale per una sosta notturna prima di ripartire per il Ring of Kerry.

 

Giorno 4: Ring of Kerry

Il Ring of Kerry è un percorso ad anello lungo 179 Km che abbraccia alcuni dei paesaggi irlandesi più tipici: coste battute dal mare, sterminate distese di verde, spiagge di sabbia dorata, rovine medievali muretti a secco e montagne avvolte talvolta da nebbia. Favolosi panorami che regalano splendide viste sull’Atlantico e sulle Skelling Islands.

Killarney è una vivace cittadina turistica circondata da un paesaggio ricco di laghi, cascate, boschi e montagne. E’ rinomata per i suoi eccellenti ristoranti, per i pub con musica tradizionale dal vivo e per la grande varietà di strutture ricettive.

Tappe del Ring of Kerry: 

  • Killorglin
  • Kenmare
  • Skelling Ring, percorso panoramico che collega Portmagee a Waterville
  • Valentia Island
  • Casherdaniel

 

Giorno 5: Killarney National Park, Gap of Dunloe, Rock of Cashel

Il Killarney National Park è un luogo idilliaco da esplorare. Il Ross Castle e la Muckross House sono mete imperdibili. Il parco ospita il più grande e antico bosco di querce dell’Irlanda.

Dedicate un’intera mattinata alla visita, concedetevi un tour in calesse per il Gap of Dunloe o un giro in barca nei Killarney Lakes. Visitate l’isoletta di Inisfallen, con le rovine di un antico monastero del VII secolo.

Nel pomeriggio ripartite in direzione Dublino. Fermatevi per una tappa al Rock of Cashel, uno dei siti archeologici più famosi d’Irlanda.

Approfittate di questa prima sera a Dublino per una birra nel famoso quartiere Temple Bar.

 

Giorni 6 e 7: Dublino

Gli ultimi due giorni del vostro tour alla scoperta di Dublino, città dal fascino discreto ma dal clima di dinamico e festoso.

Cosa Vedere a Dublino:

  • Trinity College
  • Book of Kells
  • Guinnes Storehouse
  • St Stephen’s Green
  • Merrion Square
  • National Museum of Ireland – Archeology
  • National Gallery

Dedicate qualche ora alla visita del Temple Bar, un quartiere di stradine e vicoli acciottolati, zona prediletta dei festaioli. Qui troverete numerosi negozi vintage dal fascino alternative e artisti di strada.

 

Con le sue mille sfaccettature l’Irlanda non mancherà di stupirvi e lasciarvi un ricordo indelebile.

Gli irlandesi sono calorosi e ospitali e durante il vostro soggiorno non smetteranno di farvi sentire a vostro agio.

Sull’aereo o durante il vostro viaggio sentirete dire Tà Failte romhat (benvenuti) o, ancora più spesso, Céad míle fáilte (centomila volte benvenuti).

Pronti a partire?

 

Sharing is caring!